Philippe Casanova, Palazzo Pallavicini, 1995

Stiamo scrivendo la storia delle arti dello spettacolo a Roma

Musica, teatro e danza nei palazzi dell’aristocrazia romana tra XVII e XVIII secolo

PerformArt è un programma finanziato dall’European Research Council, ospitato dal Centre National de la Recherche Scientifique, in partenariato con l’École française de Rome.
Diretto da Anne-Madeleine Goulet (Centre d’études supérieures de la Renaissance de Tours), ha avuto inizio il 1 settembre 2016 e terminerà il 31 agosto 2021.

Progetto

Progetto

Perché le arti dello spettacolo a Roma nel XVII e XVIII secolo ?

Équipe di ricerca

Sono mobilitati archivisti e ricercatori di diverse discipline

Programma

Differenti eventi scandiranno il progetto durante i cinque anni

Risorse

Strumenti e link per completare le informazioni

10-15 luglio 2018: intervento di Cristina Fernandes intitolato “When in Rome, Do as the Romans Do”: Portuguese Cardinals’ Musical Patronage and their Artistic Networks after the Conclave of 1721

Dal 10 al 15 luglio 2018 si svolgerà a Cremona la 18th Biennial International Conference on Baroque Music. Cristina Fernandes interverrà con una relazione intitolata “When in Rome, Do as the Romans Do”: Portuguese Cardinals’ Musical Patronage and their Artistic...

29 giugno – 1° luglio 2018: intervento di Cristina Fernandes intitolato “Um jesuíta português em Roma: práticas musicais e redes de sociabilidade a partir das cartas do Pe. Manuel Campos (1721-1722)”

Il 29 giugno - 1° luglio 2018 si terrà nel Palácio Nacional de Queluz (Portugal) il convegno “Padron mio colendissimo…”: Cartas sobre música e espectáculo no século XVIII (Letters about music and stage in the 18th century). Cristina Fernandes interverrà con una...

27 giugno 2018: Teresa Chirico discute la tesi di dottorato all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

27 giugno 2018: Teresa Chirico discute la tesi: “L’aquila bicipite e la musica. Pietro Ottoboni nell’epoca di Alessandro VIII (1688-1691) da documenti della Biblioteca Apostolica Vaticana” Dottorato di ricerca in Beni Culturali e Territorio – Musicologia e storia...

PerformArt all’European Research Music Conference ! Incontro all’Universitat Pompeu Fabra in Barcelona dal 11 al 13 giugno 2018

Incontro all’Universitat Pompeu Fabra in Barcelona dal 11 al 13 giugno 2018 nell’ambito di Vision2020: The Horizon Network e del progetto ERC=Science2. Il 13 giugno, interverranno cinque membri della squadra : - Anne-Madeleine Goulet : Promuovere, patrocinare e...

29 maggio 2018: intervento di Élodie Oriol intitolato “Imparare la musica a Roma nel Settecento : offerte locali, legami sociali e circolazioni nella formazione dei musicisti”

Il 29 maggio 2018, Élodie Oriol parteciperà alla giornata di studio « Formazione e creazione : luoghi, comunità, reti, trasmissione familiare – Circolazione, reti e comunità » organizzata dal Institut de Recherches Historiques du Septentrion (IRHiS) all’università di...

PerformArt nel Bollettino della Fondazione Camillo Caetani n°4-5

Articolo sull’attività di ricerca di Elodie Oriol e Marco Cavietti che stanno svolgendo nel archivio della famiglia Caetani : presentazione del progetto, prospettive di ricerca e documenti consultati. Numero on line:...

7-8 giugno 2018: Seminario “Espressioni del pubblico e del privato nelle arti performative della Roma barocca”

Il 6° seminario PerformArt si svolgerà il 7 giugno 2018 presso l’École française de Rome. Organizzato da Aldo Roma, specialista delle arti dello spettacolo, sarà consacrato al tema Espressioni del pubblico e del privato nelle arti performative della Roma barocca. Il...

9 maggio 2018: intervento di Diana Blichmann intitolato “Die Arie im dramma per musica Pietro Metastasios. Musikdramaturgie, Lokalgeschmack, Sängerdiktat und Huldigungskultur als prägende Faktoren des Operntheaters im frühen 18. Jahrhundert”

Il 9 maggio 2018 si terrà all’Université de Fribourg in Svizzera una tavola rotonda organizzata da Andrea Garavaglia e Luca Zoppelli con il titolo “Affetti, non turbate”: dramaturgie de l’air d’opéra à l’Age des Lumières. L’intervento di Diana Blichmann rifletterà...

4 maggio 2018 : intervento di Élodie Oriol intitolato “Corti romane e mecenatismo artistico nel Settecento: commissioni e circolazioni urbane”

Il 3 e 4 maggio 2018 si terrà a Lunéville un Convegno organizzato da Anne Motta (Université de Lorraine) ed Eric Hassler (Université de Strasbourg) su "Nobiltà e città di corte in Europa (XVII-XVIII sec.). La residenza principesca, osservatorio delle identità...

Anne-Madeleine Goulet parla di PerformArt a Microscoop (rivista della DR8 del CNRS)

Anne-Madeleine Goulet parla di PerformArt a Microscoop (rivista della DR8 del CNRS): Les arts du spectacle à Rome: un enjeu politique?...

ProgettoCerveteri, Palazzo Ruspoli © Franco Bruni

Roma, centro del Cattolicesimo e capitale dello Stato Pontificio, disseminata di chiese e istituzioni religiose, era anche, durante il XVII e XVIII secolo, la scena di intensi conflitti e rivalità tra le circa venti famiglie più importanti dell’aristocrazia romana, altamente esperte nell’organizzazione di eventi musicali, teatrali  e coreografici allo scopo di dimostrare le loro simpatie politiche. La vita artistica che animava i palazzi e le ville di campagna di questa élite è stata studiata in misura minore rispetto alla corte papale, i grandi teatri o le principali chiese di Roma.

Il progetto PerformArt ambisce ad arricchire la nostra comprensione della storia delle arti performative presso la nobiltà romana tra 1644 e 1740 utilizzando l’abbondante documentazione contenuta negli archivi di undici principali famiglie aristocratiche. Per la prima volta, PerformArt riunirà archivisti e storici, esperti in differenti aspetti di questa micro-società, in una collaborazione sistematica tra la storia delle arti performative, gli studi coreografici, e la storia dell’arte, della musica, sociale e economica.

Questa collaborazione porterà alla luce fonti originali che potranno spiegare le pratiche sociali ed artistiche delle famiglie romane, le motivazioni e condizioni del patronage, la struttura materiale delle produzioni artistiche, lo status degli artisti e i loro gradi di dipendenza dai loro protettori. Ciò sarà possibile attraverso un database relazionale.

Conseguentemente sarà chiarito anche l’impatto politico, sia locale che internazionale, del coinvolgimento di queste famiglie sulla vita artistica di Roma.

Équipe di ricercaBracciano, castello Orsini-Odescalchi © Franco Bruni

Per raggiungere gli obiettivi che il progetto si pone è necessario poter contare su una équipe motivata, preparata e affidabile. Ventitré persone, tra ricercatori e archivisti, si dedicano allo studio degli archivi delle famiglie, mettendo le loro competenze personali a servizio della ricerca collettiva.

Inoltre, una squadra di personale tecnico e amministrativo si dedica a sostenere le attività scientifiche.

ProgrammaFrascati, Villa Aldobrandini © Franco Bruni

Il progetto durerà cinque anni (2016-2021). Scoprite qui il calendario degli eventi scientifici, costantemente aggiornato, e i luoghi in cui svolgiamo le nostre ricerche.

RisorseBagnaia, Villa Lante © Franco Bruni

Per approfondire: una ricca bibliografia, che verrà aggiornata grazie ai contributi della nostra équipe, e i link ai siti web dei nostri partner istituzionali – istituzioni, centri di ricerca, archivi…

European Commission
European Research Council
CNRS
Ecole Française de Rome
Centre d'études supérieurs de la renaissance
Universite Francois Rabelais
Ministère de la culture