Philippe Casanova, Palazzo Pallavicini, 1995

Stiamo scrivendo la storia delle arti dello spettacolo a Roma

Musica, teatro e danza nei palazzi dell’aristocrazia romana tra XVII e XVIII secolo

PerformArt è un programma finanziato dall’European Research Council, ospitato dal Centre National de la Recherche Scientifique, in partenariato con l’École française de Rome.
Diretto da Anne-Madeleine Goulet (Centre d’études supérieures de la Renaissance de Tours), ha avuto inizio il 1 settembre 2016 e terminerà il 31 agosto 2021.

Progetto

Progetto

Perché le arti dello spettacolo a Roma nel XVII e XVIII secolo ?

Équipe di ricerca

Sono mobilitati archivisti e ricercatori di diverse discipline

Programma

Differenti eventi scandiranno il progetto durante i cinque anni

Risorse

Strumenti e link per completare le informazioni

1 marzo 2018: seminario “Il librettista gentiluomo. L’arte di scrivere versi per musica nella formazione dell’identità nobiliare”

Il quarto seminario scientifico del progetto PerformArt, organizzato da Alexandra Nigito, vedrà la partecipazione di Berthold Over (relatore, Università Johannes Gutenberg, Magonza), di Roberto Gigliucci (relatore, Università La Sapienza,i Roma) e Jean Boutier...

22-23 febbraio 2018: Michela Berti e Huub Van Der Linden parteciperanno al workshop “Rethinking the Urban Soundscape” presso l’Università Sapienza di Roma

Il 22 e 23 febbraio 2018 Michela Berti e Huub Van Der Linden parteciperanno al workshop Rethinking the Urban Soundscape. Musical Events and the Sounds of Italian Cities and Towns, XVI-XIX Century presso l'Università Sapienza di Roma

Christine Jeanneret parla di PerformArt nell’intervista a Classicagenda

In occasione della pubblicazione di un suo articolo dedicato al mecenatismo a Roma nel XVII secolo nella prestigiosa Revue de Musicologie, Christine Jeanneret, intervistata da Classicagenda, parla di PerformArt e dei legami del progetto con altri ambiti di ricerca....

13 ottobre 2017: intervento di Marco Cavietti ed Elodie Oriol intitolato “Artistes et patrons à Rome au XVIIIe siècle : itinéraires dans les archives Borghèse et Caetani”

Il 13 ottobre 2017 Marco Cavietti ed Elodie Oriol interverranno nell'ambito del seminario di ricerca interdisciplinare "La prosopographie : objets et méthods", durante la seduta intitolata Le milieu de l'art. Il seminario è organizzato dal LAMOP, il LARHRA e gli...

7 ottobre 2017: intervento di Anne-Madeleine Goulet intitolato “Competizione poetica all’interno della famiglia Orsini: versi in onore della soprano Leonora Baroni (1636-1639)”

Il 7 ottobre 2017, Anne-Madeleine Goulet interverrà nell'ambito del convegno Early Modern Rome 3 presso il Castello di Bracciano con una relazione dal titolo Competizione poetica all'interno della famiglia Orsini: versi in onore della soprano Leonora Baroni...

27 settembre 2017: seminario sul “Valore dell’arte. Il contributo della storia economica alla storia delle arti dello spettacolo” con il prof. Étienne Anheim in presenza dell’équipe PerformArt

Il secondo seminario scientifico del progetto PerformArt, organizzato da Élodie Oriol vedrà la partecipazione di Étienne Anheim (relatore, EHESS, Parigi) e di Albane Cogné (discussant, CéTHiS, Université de Tours).  Il lavoro collettivo sarà volto ad esplorare il...

ProgettoCerveteri, Palazzo Ruspoli © Franco Bruni

Roma, centro del Cattolicesimo e capitale dello Stato Pontificio, disseminata di chiese e istituzioni religiose, era anche, durante il XVII e XVIII secolo, la scena di intensi conflitti e rivalità tra le circa venti famiglie più importanti dell’aristocrazia romana, altamente esperte nell’organizzazione di eventi musicali, teatrali  e coreografici allo scopo di dimostrare le loro simpatie politiche. La vita artistica che animava i palazzi e le ville di campagna di questa élite è stata studiata in misura minore rispetto alla corte papale, i grandi teatri o le principali chiese di Roma.

Il progetto PerformArt ambisce ad arricchire la nostra comprensione della storia delle arti performative presso la nobiltà romana tra 1644 e 1740 utilizzando l’abbondante documentazione contenuta negli archivi di undici principali famiglie aristocratiche. Per la prima volta, PerformArt riunirà archivisti e storici, esperti in differenti aspetti di questa micro-società, in una collaborazione sistematica tra la storia delle arti performative, gli studi coreografici, e la storia dell’arte, della musica, sociale e economica.

Questa collaborazione porterà alla luce fonti originali che potranno spiegare le pratiche sociali ed artistiche delle famiglie romane, le motivazioni e condizioni del patronage, la struttura materiale delle produzioni artistiche, lo status degli artisti e i loro gradi di dipendenza dai loro protettori. Ciò sarà possibile attraverso un database relazionale.

Conseguentemente sarà chiarito anche l’impatto politico, sia locale che internazionale, del coinvolgimento di queste famiglie sulla vita artistica di Roma.

Équipe di ricercaBracciano, castello Orsini-Odescalchi © Franco Bruni

Per raggiungere gli obiettivi che il progetto si pone è necessario poter contare su una équipe motivata, preparata e affidabile. Ventitré persone, tra ricercatori e archivisti, si dedicano allo studio degli archivi delle famiglie, mettendo le loro competenze personali a servizio della ricerca collettiva.

Inoltre, una squadra di personale tecnico e amministrativo si dedica a sostenere le attività scientifiche.

ProgrammaFrascati, Villa Aldobrandini © Franco Bruni

Il progetto durerà cinque anni (2016-2021). Scoprite qui il calendario degli eventi scientifici, costantemente aggiornato, e i luoghi in cui svolgiamo le nostre ricerche.

RisorseBagnaia, Villa Lante © Franco Bruni

Per approfondire: una ricca bibliografia, che verrà aggiornata grazie ai contributi della nostra équipe, e i link ai siti web dei nostri partner istituzionali – istituzioni, centri di ricerca, archivi…

European Commission
European Research Council
CNRS
Ecole Française de Rome
Centre d'études supérieurs de la renaissance
Universite Francois Rabelais
Ministère de la culture