Gloria Giordano

A research project on the archival collections of Roman families and their links with French noble families certainly promotes the possibility for new documentary evidence also within the field of dance, providing additional tools, about a period of coexistence and progressive transition between two choreographic different styles “all’italiana” and “alla francese”, for the historical, theoretical and technical interpretation of dance in Rome between 1650 and 1750 and its repercussions on the entire peninsula.

Gloria Giordano is a dancer, choreographer and historical dance scholar. She graduated in Pedagogy (L.U.M.S.A.) and in classical ballet at the National Academy of Dance, where she is professor of Theory of dance.

She specialised in the study of Renaissance and Baroque dance in France and in the United States. She collaborates with Italian and foreign companies which are active in this field. She also directs, performs and choreographs her own historical dance performances.
She has created choreographies for baroque and classical works for international festivals including Innsbrucker Festwochen der Alten Musik (L’Orontea, Cesti) and the International Music Festival of Macao (Acis and Galatea, Händel). She has acted as choreographer and mime coach in “Opera Bhutan” (Acis and Galatea, Händel) and JapanOrfeo (Orfeo, Monteverdi), directed by Stefano Vizioli and conducted by Carpenè Aaron.

She also created choreographic movements for Danza macabra, directed by Luca Ronconi, 57th Festival dei 2 Mondi in Spoleto.

She has edited the publication of a facsimile of the manuscript of the Balletti by Gaetano Grossatesta (L.I.M. 2005).

She holds theoretical and practical lectures at universities and conservatories in Italy and abroad. She has directed the Corti in Festa workshop since 2001.

From 2012 she is responsible of the “Biblioteca di Danza” collection for Massimiliano Piretti Editions.

Publications

Barbara Sparti, Dance, Dancers and Dance-Masters in Renaissance and Baroque Italy, a cura di Gloria Giordano e Alessandro Pontremoli, Massimiliano Piretti, Bologna (2015).

Gaetano Grossatesta, Balletti In occasione delle felicissime Nozze di Sua Eccellenza La Signora Loredana Duodo con Sua Eccellenza il Signor Antonio Grimani Composti da Gaetano Grossatesta Maestro di Ballo in Venezia e dallo stesso Presentati all’Eccellentissimo Sposo, a cura di Gloria Giordano, Libreria Musicale Italiana, Lucca (2005), con CD-ROM allegato.

“La musica dei balli per La clemenza di Tito di Baldassarre Galuppi. Un inedito, ma non troppo”, Passi, tracce, percorsi. Scritti sulla danza italiana in omaggio a José Sasportes, a cura di Alessandro Pontremoli e Patrizia Veroli, Aracne, Roma (2012), pp. 97-111.

“Una pagina coreografica nella decorazione settecentesca della Sala dei Cardinali nel Collegio San Carlo di Modena”, «Virtute et arte del danzare». Contributi di storia della danza in onore di Barbara Sparti, a cura di Alessandro Pontremoli, Aracne, Roma (2011), pp. 133-148.

“Two 18th-century Italian Choreographies discovered in the Cia Fornaroli Collection at The New York Public Library”, Vom Schäferidyll zur Revolution. Europäische Tanzkultur im 18. Jahrhundert, a cura di Uwe Schottermüller, Howard Weiner, Maria Richter, 2. Rothenfelser Tanzsymposion, 21-25 Mai 2008, Freiburg, (2008), pp. 83-92.

Gloria Giordano

Un progetto di ricerca sui fondi d’archivio delle famiglie romane e i loro legami con le casate francesi, apre certamente alla possibilità di nuove acquisizioni documentarie, anche in ambito coreico, fornendo altri strumenti per una lettura storico-teorico-tecnica della danza a Roma tra il 1650 e il 1750, e la relativa ripercussione sull’intera penisola.

Danzatrice, coreografa e studiosa di danza storica.

Laureata in Pedagogia (L.U.M.S.A.) e in Danza Classica presso l’Accademia Nazionale di Danza, dove è docente di Teoria della danza.

Ha approfondito lo studio della danza rinascimentale e barocca in Francia e negli Stati Uniti. Collabora con compagnie italiane e straniere attive nel settore. Autrice, interprete e coreografa di spettacoli di danza storica.

Ha composto coreografie per opere del repertorio barocco e classico per festival internazionali, tra cui Innsbrucker Festwochen der Alten Musik (L’Orontea, Cesti) e l’International Music Festival de Macao (Acis and Galatea, Händel). Ha composto le coreografie e curato la gestualità nel progetto “Opera Bhutan” (Acis and Galatea, Händel) e JapanOrfeo (Orfeo, Monteverdi), regia Stefano Vizioli, direzione Aaron Carpenè.

Ha curato i movimenti coreografici per Danza macabra, regia di Luca Ronconi, 57° Festival dei 2 Mondi di Spoleto.

Ha curato la pubblicazione in facsimile del manoscritto dei Balletti di Gaetano Grossatesta (L.I.M. 2005).

Tiene conferenze teorico-pratiche presso Università e Conservatori di Musica in Italia e all’estero. Dal 2001 dirige il Laboratorio Corti in Festa.

Dal 2012 è responsabile della collana “BIBLIOTECA di DANZA” per Massimiliano Piretti Editore.

Pubblicazioni principali

Barbara Sparti, Dance, Dancers and Dance-Masters in Renaissance and Baroque Italy, a cura di Gloria Giordano e Alessandro Pontremoli, Massimiliano Piretti, Bologna (2015).

Gaetano Grossatesta, Balletti In occasione delle felicissime Nozze di Sua Eccellenza La Signora Loredana Duodo con Sua Eccellenza il Signor Antonio Grimani Composti da Gaetano Grossatesta Maestro di Ballo in Venezia e dallo stesso Presentati all’Eccellentissimo Sposo, a cura di Gloria Giordano, Libreria Musicale Italiana, Lucca (2005), con CD-ROM allegato.

“La musica dei balli per La clemenza di Tito di Baldassarre Galuppi. Un inedito, ma non troppo”, Passi, tracce, percorsi. Scritti sulla danza italiana in omaggio a José Sasportes, a cura di Alessandro Pontremoli e Patrizia Veroli, Aracne, Roma (2012), pp. 97-111.

“Una pagina coreografica nella decorazione settecentesca della Sala dei Cardinali nel Collegio San Carlo di Modena”, «Virtute et arte del danzare». Contributi di storia della danza in onore di Barbara Sparti, a cura di Alessandro Pontremoli, Aracne, Roma (2011), pp. 133-148.

“Two 18th-century Italian Choreographies discovered in the Cia Fornaroli Collection at The New York Public Library”, Vom Schäferidyll zur Revolution. Europäische Tanzkultur im 18. Jahrhundert, a cura di Uwe Schottermüller, Howard Weiner, Maria Richter, 2. Rothenfelser Tanzsymposion, 21-25 Mai 2008, Freiburg, (2008), pp. 83-92.